Paolo e Francesca

Amor, ch’a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m’abbandona.
Amor condusse noi ad una morte:
Caina attende chi vita ci spense.

Dante Alighieri
(Divina Commedia, Inferno, Canto V, 103/107)

(disegno ad inchiostro di Cecilia Gattullo)

View original post

41 Comments

  1. “E caddi come corpo morto cade”…la scelta di disegnarli “ombre” col tratto intenso dà loro ancora più forza…perché l’ombra è la parte più intima non svelata di noi, come intimo e non svelato era il loro amore violato… Bello anche concettualmente Cilla!

    Mi piace

      1. Non so, qualcosa del genere… o provare con un tema da sviluppare ognuno a suo modo…
        Mi piace di solito provare a collaborare / conforntarmi con altri blogger, visto che mi piace come disegni si potrebbe provare…

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...